La casa di Giuseppina, una vocazione al bello. Part.1

La casa di Giuseppina, una vocazione al bello. Part.1

2 gennaio 2017 Case e arredamento

Questa casa meravigliosa, situata tra Rimini e Cesena, è l’esempio perfetto di come gli oggetti di famiglia tramandati da generazioni e custoditi con amore e cura,  raccontino  al primo colpo d’occhio chi siamo e da dove veniamo, le nostre radici, la cultura che abbiamo respirato e le tradizioni che abbiamo saputo mantenere…

Scrigno di famiglia, qui aleggia la figura della dolce Gardina, signora di nobili origini e nonna di Giuseppina, la padrona di casa.  Tutto è lei, tutto è un suo amorevole ricordo.

I suoi oggetti, i suoi mobili, le sue porcellane, sono formidabilmente custodite dalla nipote in una dimora che è un tuffo nella Parigi della Bella Epoque e nella Romagna opulenta ed aristocratica di fine ottocento, dove le poche case signorili erano stipate di oggetti provenienti dalle generazioni precedenti e dagli antiquari della città  che spesso arrivavano a proporre mobilia e oggetti importati direttamente dalla  Francia,  faro delle  mode dell’epoca.

Giuseppina manifesta una vera adorazione verso la nonna, descrive gli oggetti a lei appartenuti con orgoglio, ben consapevole dell’ eredità custodita alla quale ha saputo tener fede nella migliore delle tradizioni di famiglia, una grande collezione personale gestita con piglio da giovane signora sicura di sè e da esperta conoscitrice cultrice del bello.

Le varie epoche si mescolano tra loro attraverso sapienti e raffinati accostamenti, il seicento accanto all’ottocento italiano, i ritratti ad olio con le incisioni settecentesche, le porcellane del Gran Tour con le memorabilia da Wunderkammer. Tutto stupisce ed incanta…

Non posso far altro che lasciarvi ad una suite di immagini meravigliose, spero la poesia dei dettagli possa farvi sognare come è stato per me quando ho fotografato questa casa.

Gardina e Giuseppina “vivono” insieme in queste stanze:  mi piace immaginarle mentre apparecchiano la tavola,  la nonna che insegna il galateo alla nipote, l’arte di un apparecchiatura elegante,  le tovaglie di Fiandra con le cifre ricamate, i piatti Ginori bordati in oro zecchino, le posate in argento cesellato a mano. Giuseppina ha raccontato tutto questo a me ed io lo condivido con voi mentre tutto è pronto per il pranzo di inizio anno…

Questa è una parte della casa meravigliosa di Giuseppina. Ho avuto il piacere di fotografare anche la straordinaria cucina che merita un post esclusivamente dedicato. A presto quindi, seguitemi, vi farò vedere altre meraviglie!

Elena.

Left Menu Icon